Se ti piace il mio blog clicca qui

domenica 19 aprile 2015

Fritaia de sparisi - Frittata di asparagi



Fritaia de sparisi - Frittata di asparagi


©http://nuvoledifarina.blogspot.it Il 19 di ogni mese è il giorno della cucina regionale e con le mie amiche e compagne di viaggio gastronomico abbiamo deciso di omaggiare la primavera inondando i nostri blog con ricette ricche di tante belle verdure proprie di questo periodo, ed io ho scelto di utilizzare gli asparagi

A partire da aprile in tutto il territorio di Trieste e in Istria si vedono spuntare gli asparagi, il Carso è pieno in ogni angolo e non è raro trovare persone che vanno a caccia di questa verdura. Una delle preparazioni più classiche nella cucina triestina e che prevede l'uso degli asparagi è la frittata (fritaia), che poi a dirla tutta una vera e propria frittata non è. Bensì si tratta di uova sbattute nella padella dove si erano fatti cuocere prima pancetta e asparagi, è un piatto ricco di gusto e al tempo stesso di una facilità disarmante, nel territorio di Trieste è possibile mangiarla soprattutto nelle osmizze accompagnata da un buon vino e da salumi e formaggi locali.
La ricetta non prevede dosi ma solo tanta pancetta, tanti asparagi e almeno un ovetto a testa.



frittata di asparagi


Ingredienti per una persona


un bel mazzetto di asparagi
pancetta abbondante
1 uovo
sale, pepe
olio extravergine di oliva

Procedimento:


In una padella facciamo rosolare la pancetta con un goccio di olio extravergine di oliva, poi aggiungiamo gli asparagi tagliati a tocchettini e portiamoli pian piano a cottura.
Rompiamo l'uovo in un piatto e battiamolo leggermente con una forchetta, come gli asparagi sono cotti aggiungiamo l'uovo e battiamolo con la forchetta per amalgamarlo bene agli altri ingredienti. Regoliamo di sale e pepe e continuiamo a mescolare e cuocere finché l'uovo risulta tutto rappreso.


Se volete scoprire altri piatti tipici con le verdure primaverili, cucina e territorio di casa nostra propone, oltre la mia, tutte queste favolose ricette, andate a scoprirle nei blog delle mie amiche:




Cucina della Lombardia: Asparagi al Taleggio
Cucina del Piemonte: Piselli in agrodolce
Cucina della Toscana : Spinaci con gli occhi
Cucina del Lazio: Silvia è in tour, la aspettiamo al suo rientro
Cucina della Basilicata: Ciaudedda
Cucina della Calabria:  Carciofi ripieni alla calabrese
Cucina della Sicilia: Cardella ripassata con aglio,olio e peperoncino


mercoledì 1 aprile 2015

Crumble salato di peperoni



Crumble salato di peperoni


©http://nuvoledifarina.blogspot.it Si sta avvicinando la stagione dei peperoni per cui per chi come me ha conservato questa verdura nel congelatore è tempo di svuotare le scorte per far posto ai nuovi arrivi. Per non cadere nelle solite preparazioni e alla ricerca di una cenetta veloce ma che saziava ho deciso di avventurarmi in un crumble, io che nemmeno crumble dolci ho mai preparato! L'idea di base, ovvero quella di un crumble salato non è mia ma dello chef Mattia Poggi che ne aveva parlato in un suo showcooking proprio qui a Trieste, invece l'idea dei peperoni è mia.
Ci sono due modi con cui si può preparare questo crumble: il più veloce consiste nell'usare le verdure così come sono e dopo la cottura rimarranno più croccanti; il più elaborato consiste nel ripassare i peperoni in padella e renderà le verdure più morbide. La scelta tra i due metodi dipende dal gusto del momento o da come ci piacciono più di solito le verdure; io ho scelto la prima via.







Ingredienti per due persone:



3 peperoni (io di colori diversi)
2 spicchi di aglio
2 mozzarelle 
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
olio extravergine di oliva

Per il crumble:


80 gr di burro 
60 gr di farina 00
40 gr di mollica di pane secco

Procedimento:

Tagliamo i peperoni a striscioline, mettiamoli in una teglia con l'aglio a tocchetti, il prezzemolo e l'olio extravergine di oliva. Mescoliamo con le mani e lasciamo insaporire per almeno 10 minuti. Nel frattempo riscaldiamo il forno a 180°C  e prepariamo il crumble.
Mettiamo nel boccale del mixer la mollica di pane, la farina e il burro tagliato a  tocchetti e azioniamo finché si formano le bricioline del crumble.

Tagliamo le mozzarelle  a fettine e mettiamole sopra i peperoni, stendiamo in superficie il crumble e mettiamo in forno a cuocere per 20 minuti.
Verrà un piatto da leccarsi i baffetti


giovedì 19 marzo 2015

Pagnuts di fieste - Panini friulani di Pasqua



Pagnuts di fieste - Panini friulani di Pasqua


©http://nuvoledifarina.blogspot.it Come ogni 19 del mese, ritorna l'appuntamento con la cucina regionale e dopo aver perso lo scorso appuntamento causa problemini vari al computer oggi sono felicissima di essere rientrata nel mio gruppo di amiche. Il tema di questa volta è: i lievitati, sia dolci che salati; c'è chi li ama, chi li teme e chi li adora ma tutti noi abbiamo provato almeno una volta a cimentarci con un lievitato; noi vi proponiamo delle golose ricette tipiche della nostra Italia che sicuramente stuzzicheranno la vostra voglia di mettere le mani in pasta.

Nella cucina friulana, la farina gialla trova un largo utilizzo e si può quasi definire come l'ingrediente chiave di tutte le ricette tipiche di quest'area geografica; nei pagnuts di fieste è l'unica farina che viene utilizzata, conferendo un colore e una rusticità tutta particolare a questi panini dolci che vengono fatti in occasione della Pasqua, e visto che questa festività è ormai alle porte vi consiglio di provarli e portare in tavola questi paninetti deliziosi.






Ingredienti per circa 50 panini:



500 gr di farina di mais
100 gr di zucchero
100 gr di uvetta ammollata in acqua tiepida
70 gr di burro fuso
30 gr di lievito di birra
3 uova
mezzo bicchiere di latte tiepido
la scorza  grattugiata di un limone

Procedimento:


Facciamo sciogliere il lievito di birra nel latte per riattivarlo, lasciandolo per almeno 10 minuti. Sbattiamo le uova in una ciotola capiente, aggiungiamo la farina gialla e mescoliamo fino ad ottenere un composto elastico; aggiungiamo a questo punto il burro fuso, il lievito e lo zucchero. Per ultimi aggiungiamo la scorza del limone e le uvette ammollate e strizzate. 
Lasciamo lievitare il nostro composto fino al raddoppio, quindi formiamo dei paninetti piccoli della dimensione di un uovo e disponiamoli sulla teglia dove li lasceremo lievitare nuovamente per circa tre ore.
Trascorso questo tempo facciamo cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 40 minuti circa.

Sono davvero deliziosi!!

N.B. 30 gr di lievito di birra potrebbero sembrare troppi, io mi sono affidata alla ricetta presente nel libro "La cucina del Friuli" di Emilia Valli pag 254




Se volete scoprire altri golosi lievitati, vi invito a passare dalle mie amiche:


Cucina della Lombardia: La Spongada dè Brè o Spongada Camuna
Cucina del Lazio: le pizzette con lo zucchero
Cucina della Campania:la pizza marinara
Cucina della Calabria: pitta maniata
Cucina della Sicilia: Piccoli panini ca'ulive



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...