Se ti piace il mio blog clicca qui

venerdì 12 agosto 2011

Sardoni in savor



I sardoni (o alici) fatti in questa maniera sono uno dei piatti tipici qui a Trieste, ed è difficile trovare un posto dove non vengano presentati nel menù. Savor significa sapore e il savor è una specie di marinata che da più gusto al pesce e il cui ingrediente base è la cipolla. Il piatto è nato grazie ai marinai che mediante questa marinata riuscivano a portarsi dietro il pesce ed evitavano di ammalarsi di scorbuto. Benché si parli di marinata, i sardoni non vengono serviti crudi ma fritti in olio caldo dopo essere stati passati solamente nella farina, niente uova e niente pastelle quindi. Lo prepariamo così:

500 gr di sardoni (o alici)
100 gr di cipolla
100 ml di aceto
1/2 bicchiere di acqua
olio extravergine di oliva
olio per fritture
sale, pepe, alloro
Iniziamo dal pesce che va lavato e spinato; togliamo poi la testa e cerchiamo di far restare il filetto intero. Laviamo di nuovo e asciughiamo i sardoni su carta da cucina, poi passiamoli nella farina e friggiamoli in abbondante olio per fritture. Lasciamoli scolare, a fine cottura, su carta assorbente e saliamoli un pochino.
Iniziamo a preparare il Savor affettando sottilmente la cipolla, mettiamola in un pentolino con un filo di olio extravergine di oliva e lasciamola appassire a fiamma bassa per circa 10 minuti; a questo punto versiamo sia l'acqua che l'aceto, il pepe e l'alloro e lasciamo sul fuoco finché il tutto non si è ridotto della metà. Infine non ci resta che prendere il nostro savor e, dopo aver messo i sardoni su un piatto da portata, versarlo sopra. Questo piatto si mangia freddo o al massimo tiepido, ed è un ottimo modo per gustare le alici.
Approfitto per augurare a tutti un buon ferragosto, ci si rilegge martedì!!

28 commenti:

  1. non conosco questa ricetta ma l'aspetto è invitante.

    RispondiElimina
  2. mmmmmm sembra deliziossa!!! buon ferragosto!!

    RispondiElimina
  3. Devo segnarmi la ricetta visto che le alici piacciono tanto a Tommy...
    Buon ferragosto anche a te!

    RispondiElimina
  4. ciao stefi! non conoscevo questa ricetta, sembra buonissima! un bacione dall'islanda :)

    RispondiElimina
  5. Buon Ferragosto anche a te!
    Baci

    RispondiElimina
  6. @Mary: è una ricetta tipica di queste zone. baci

    @Giulia: a me piace molto, buon ferragosto a te

    @Ilaria: poi fammi sapere che ne pensa, bacio

    @profumo di cose buone: tesorissima che dici è meglio dello squalo putrefatto? bacioni

    @carla: un bacione grande

    RispondiElimina
  7. Stefania ciao cara, come va? questa è una di quelle ricette che parte da Trieste come Saor o Savor, nel centro Italia, "marinati", per arrivare in Sicilia con il nome di "scapece", può cambiare leggeremente qualcosa, ma la base rimane sempre quella, l'ingrediente, baccalà, alici, sarde, zucchine, e cipolli tante cipolle, è una di quelle ricette che io adoro, la faccio spesso, il problema che ci mangio un chilo di pane...un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ciao grazie di essere passata e dwi consigli che mi hai dato.
    Vorrei ricambiare il follower ma nn so come si fa,si ok sono negata!! sorry!! ma ce la farò!!
    Bacioni!!

    RispondiElimina
  9. Adoro i sardoni in savor, peccato che siano fritti (che io adoro anche quello) perchè in questo periodo solo cotture sane a casa mia (che noia!!). Buon ferragosto cara

    RispondiElimina
  10. Amo molto questo piatto, come ha già scritto Tamara, è molto simile al piatto siciliano Alici con cipollata. Un piatto che unisce il nord con il sud. :)
    Buon Ferragosto cara Stefania.

    RispondiElimina
  11. Carissima Stefania, visto che adoro le alici voglio provare, quando tornerò dalle vacanze, a fare anche questa tua deliziosa ricetta. Mi farebbe piacere incontrarti anche solo per un caffè o un gelato, io rientro dal mio viaggio il 28 agosto e ti contatterò via email, vediamo se riusciamo a conoscerci, per il momento BUON FERRAGOSTO E BUONE VACANZE, baci&abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Ciao, nemmeno io conoscevo questa ricetta!
    Ha un bellissimo aspetto, brava!
    Buon we e buon ferragosto anche a te!

    RispondiElimina
  13. Cara, hai ragione, da Triestina (anche se esportata a Udine) dico che : EL SAVOR XE SEMPRE EL SAVOR, anche se non ci "frequentiamo": buon ferragosto :-)

    RispondiElimina
  14. Buono buono, il saor. Squisito con le alici fritte!!!

    RispondiElimina
  15. Ohh questi li adoro, hai mai provato con la cipolla rossa?? da un punto di dolce molto gradevole... che buoni che buoni!!!! ciao e buon ferragosto anche a te! Kri

    RispondiElimina
  16. non sono di trieste, ma questo piatto l'ho mangiato ancora, e devo dire che è di una bontà infinita, complimenti!

    RispondiElimina
  17. Io l'ho mangiato senza cipolla ed era un piatto buonissimo ma visto che adoro la cipolla il tuo sarà super!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Quant mi piacciono le preparazioni in savor, ghiottissime!!!!! Buon Ferragosto cara Srtefania, un abbraccio!!!!!

    RispondiElimina
  19. le adoro le _"sardele in savor" cosi' si chiamano a Grado.
    a differenza dei triestini non mettiamo i pinoli o l' uvetta , non ricordo che ingredienti usano.
    e adoperiamo le sardele non i sardoni, quelli sono buoni marinati al limone.
    buon ferragosto

    RispondiElimina
  20. buonissimi ! io non li ho mai fatti ma ho avuto la fortuna di mangiarli e sono strepitosi poi a me la cipolla piace! buona domenica

    RispondiElimina
  21. yummmmy recipe...
    do stop by to collect ur award..:)
    Tasty Appetite

    RispondiElimina
  22. Non conoscevo questa ricetta, somiglia molto alla cipollata siciliana solo che lì c'è l'agrodolce. Da provare al più presto! ;)

    Buon ferragosto!

    RispondiElimina
  23. deliziosissimi, a Trieste li preparavamo sempre ed ora di tanto in tanto li prepariamo anche qui, sono troppo buoni, buon ferragosto

    RispondiElimina
  24. @Tamara: per me invece è il contrario, non uso affatto pane per lasciare spazio per mangiarne a volontà. baci

    @Edlina: ciao vedo che sei già una mia follower, per cui ce l'hai fatta. Un abbraccio

    @donatella: io mi sono fatta un piattuccio di fritto dopo un paio di mesi in cui non friggevo niente, non ti dico che goduuria. Baci

    @Fr@: la cipollata siciliana non la conosco ma la scoverò da qualche parte, scusa se rispondo solo ora, spero che hai passato un bellissimo ferragosto.

    @Silvia: buone vacanze, a presto

    @miranda: grazie

    @libera: grazie mille

    @solema: credo che poche altre cose riescano ad avere un sapore tanto delizioso

    @Kristina: non ho mai provato con la cipolla rossa, devo rimediare e grazie per il consiglio. Bacio

    @Elena: concordo è proprio di una bontà infinita. Bacione

    @Sar@: senza cipolla credo non mi sia mai capitato di mangiare il savor, proverò a farlo anche così. Bacioni

    RispondiElimina
  25. @speedy70: piacciono molto anche a me, bacio

    @antonella: voglio provare anche la versione gradese, mi incuriosisce. Baci

    @Laura: grazie

    @ombretta: a me piace molto il gusto dell'aceto. Bacio

    @Jay: thank you for the award

    @Elisa: la ricetta siciliana non la conoscevo, voglio proprio cercarne la ricetta...sono curiosa!

    @la pasticciona: concordo sul sono troppo buoni!! Bacione

    RispondiElimina
  26. Quante belle ricette ha la sezione Triestina, le leggo con molto piacere, sai io dal profondo sud ho dei fortissimi legami con la tua Trieste e con le ricette tipiche. Un saluto affettuoso e complimenti
    M.G.

    RispondiElimina
  27. Dimenticavo, anche mia madre mi ha insegnato a farle così e mio figlio maggiore le adora! Baci
    M.G.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...