Se ti piace il mio blog clicca qui

martedì 6 dicembre 2011

Stollen o Christollen....quanti modi di fare e rifare

©http://nuvoledifarina.blogspot.com. Questa volta con il Quanti modi di fare e rifare siamo a casa di Solema per preparare un dolce di Natale tipico della Baviera, il Christollen. Questo dolce che già conoscevo per me era la prima volta in assoluto che lo preparavo; è molto particolare perchè si fa in più step di lievitazione ma è buonissimo e carico di quei profumi caratteristici dei dolci del Natale. L'impasto sembra quello di un panettone, è molto soffice e morbido ed è arricchito da canditi, pasta di mandorle e tanta frutta secca. In Germania viene preparato nei giorni dell'Avvento come auspicio di buon augurio e viene consumato rigorosamente per Natale, per questo gli stollen una volta cotti vanno avvolti in carta alluminio e lasciati da parte fino al 25 dicembre; io ho provato a tenerli da parte per 15 giorni e in questo tempo hanno acquisito una fragranza extra. Ma ecco foto e ricetta:


per 3 stollen occorrono (ricetta di Solema, tra parentesi le mie correzioni):

750 gr di farina Manitoba(io Molino Chiavazza)
200 gr di zucchero
1 bustina di lievito secco
280 gr di burro morbido (io 150 gr di burro fuso)
1 cucchiaino di cannella (io 2)
1 cucchiaino di cardamomo
160 gr di uvetta
100 gr di mandorle non spellate
40 gr di canditi misti
40 gr di zenzero candito
80 gr di albicocche secche morbide
rum q.b. 
2 uova
5 gr di sale
Come prima cosa si prepara un lievitino con 130 gr di farina, la bustina del lievito, 1 uovo battuto e 80 gr di latte (io 100 gr, l'impasto deve essere cremoso e io ho dovuto aggiungere più latte). Si impasta bene e si lascia lievitare fino al raddoppio (circa 40 minuti). A questo punto si prende il lievitino e si aggiungono in sequenza: farina, zucchero, cannella e cardamomo e si impasta con il latte rimasto versato poco alla volta, questa operazione può essere fatta in un'impastatrice che io non ho, per cui ho lavorato tutto a mano e direi che viene bene lo stesso; come gli ingredienti si sono bene amalgamati, si aggiunge l'altro uovo sbattuto e il burro (io ho usato burro fuso che si incorpora più facilmente al resto dell'impasto e ne posso mettere meno rispetto al burro morbido). Una volta incorporato tutto, ho lasciato a lievitare per 12 ore in luogo tipiedo; ho poi messo in ammollo nel rum tutta la frutta secca, che resterà così anch'essa per 12 ore.

Quando mancano circa 10 ore alla ripresa dell'impasto prepariamo la pasta di mandorle con:
250 gr di farina di mandorle
300 gr di zucchero a velo (io 250 gr )
1 albume (io 75 gr di acqua)
Descrivo la mia versione: ho fatto un giulebbe mettendo acqua e zucchero in un pentolino sul fuoco per 10 minuti (raggiungimento del filo di zucchero, un goccia tenuta tra due dita forma un filo di zucchero); ho aggiunto la farina di mandorle e mescolato bene. Ho lasciato la pasta di mandorle a freddarsi finchè non mi è servita.
Trascorse le 12 ore riprendiamo l'impasto e sgonfiamolo bene bene con le mani, aggiungiamo le mandorle intere e la frutta secca ben sgocciolata; dividiamo l'impasto in 3 parti e trasferiamoli su una spianatoia ben infarinata. Io ho ottenuto 3 parti da 570 gr di ciascuno. Ogni porzione di impasto va lavorata cone le mani fino ad ottenere un cilindro; prendiamo il mattarello e schiacciamo metà del nostro cilindro, in questa metà, a ridosso della parte non schiacciata, andremo a mettere la pasta di mandorle preparata in precedenza dandogli la stessa forma di cilindro dello stollen. Chiudiamo affinché la pasta di mandorle sia racchiusa dall'impasto e mettiamo di nuovo a lievitare questa volta in una teglia ricoperta di carta da forno, separando uno stollen dall'altro increspando la carta forno stessa. Si lascia lievitare per 4 ore o finchè l'impasto non ha raddoppiato il suo volume. A questo punto si è pronti per la cottura, che andrà fatta per 15 minuti a 170°C e proseguita per 40 minuti a 160°C.
Non appena gli stollen vengono tirati fuori dal forno, vanno spennellati con burro fuso, Solema consiglia 30 gr, ma io ho preso il panetto di burro e l'ho passato velocemente sopra gli stollen, ne avrò impieagto circa 15 gr. Sopra al burro si versa un pò di zucchero semolato e poi di zucchero a velo; si lascia freddare completamente e poi gli stollen si incartano in carta argentata fino a Natale. Sono deliziosi. Chi ne vuole una fetta?


Vi ricordo che il prossimo appuntamento con questa iniziativa è non per il 6 ma bensì per l'8 gennaio e faremo i Cantucci di Tiziana



64 commenti:

  1. Mi sembra di sentirne il profumo ....

    RispondiElimina
  2. Che buono dev'essere non l'ho mai fatto o assaggiata. Ti è venuto benissimo.

    RispondiElimina
  3. Io non ce l'ho proprio fatta ad aspettare 15 giorni :-) ma è davvero buonissimo anche subito! Ti è venuto perfetto, complimenti! Grazie infinite buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Che profumo...Deve essere delizioso!
    Ti aspettiamo al nostro contest!

    RispondiElimina
  5. Saluto veloce, come al solito sono indaffaratissima. Ripasso dopo a prendermi una fettozza di questo buonissimo dolce.
    Baci :D

    RispondiElimina
  6. ne ho visti un bel pò stamane , sono tutti bellissimi e perfetti , mi piacciono tuitte le versioni , con e e senza varianti :-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Stefania, ieri ero a Trieste a vedere un pò la "fiera di San Nicolò" (non è più cme una volta :-( ) Gran bella ricetta questo stollen vero? Sembra laborioso ma ne vale davvero la pena, il tuo ha un aspetto tutto da mordere :-D
    buona giornata :-)

    RispondiElimina
  8. Ci stavamo commentando assieme :-D

    RispondiElimina
  9. Io Stefania!
    Io ne prendo una fettona...una fetta gigante insomma quanto ne vuoi...ti è venuto veramente bene!
    Complimenti

    RispondiElimina
  10. Bello questo dolce anche se i canditi non sono proprio la mi super passione, volendo sono sempre sostituibili immagino... mi ricorda un pò un dolce che si fa dalle parti di mio moroso in valtellina che si chiama bisciola...

    RispondiElimina
  11. @Mascia: allora starai sbavando perché ha un profumino....

    @Mary: provalo, tu sei bravissima con i lievitati. Ho visto il tuo briotoneroro in concorso, in bocca al lupo!

    @ornella: anche noi il primo ce lo siamo fatti fuori subito ahahah

    @nani e lolly: contateci, grazie mille

    @anna: immagino, con tutti i link che devi sistemare, un bacione

    @Housewives: penso che a te sarebbe venuto benissimo. Un abbraccio

    @libera: purtroppo la fiera si s. Niccolò anche quest'anno è una delusione, troppi "Visto in tv" e niente per i bambini

    @renata: allora uno stollen intero per te, ahaha guarda che creano dipendenza!! un bacione

    @Iva: si li puoi sostituire con altra frutta secca; gli stollen che vendono in un noto discount tedesco hanno solo uvette. la bisciola non la conoscevo, andrò a spulciare in rete :)

    RispondiElimina
  12. che meraviglia di dolce, me lo segno, deve essere buonissimo

    RispondiElimina
  13. Questo è un dolce importante, magnifico!!
    Realizzarlo in casa non è cosa semplice!
    Tu lo hai fatto magnificamente! :)
    Buona giornata! :)

    RispondiElimina
  14. bello alto anche il tuo, a me è venuto gonfissimo, non so se sia giusto o meno ma poco importa, mi è piaciuto moltissimo!

    RispondiElimina
  15. Che dire? Questa volta non magica, ma SUPERMAGICA!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  16. Io sono sicura sia buonissimo.. Non avrò mai coraggio a farlo perchè è troppo lungo il procedimento.. io più di max 10 ore in tutto non ci sto appresso!!!!mi sa che è pure meglio del panettone vero? baci e buona giornata :-D

    RispondiElimina
  17. @Elena: grazie mille cara, provalo secondo me al tuo bimbo piacerà

    @Assunta: grazie mille

    @dauly: si l'ho visto il tuo, è proprio bello alto

    @carla: ahaha mi sento un pò babba natale più che supermagica, baciotti

    @Claudia: non sai anche io che voglia di infornare subito.

    RispondiElimina
  18. E si ha tutti i profumi e i sapori del tipico dolce natalizio davvero buonissimo!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  19. E' vero Stefania! lo Stollen ha mille ricette e mille varianti, la tua mi sembra squisita!!!! proprio come vendono qui da noi in trentino nei meravigliosi mercatini di Natale :-)Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Che buono, soffice e goloso...ciao.

    RispondiElimina
  21. Mai mangiato, sembra una favola! :)

    RispondiElimina
  22. Ciao cara Stefania, che pazienza per farlo, ma ne e' valsa la pena mi sembra buono. Io non lo conosco questo dolce per cui ne mangerei volentieri una fetta:-) baci e buona giornata

    RispondiElimina
  23. Ti è venuto benissimo e sono contenta ti sia piaciuto!
    P.S non fare lo sbaglio di metterlo nello stampo del plumcake, non sarebbe più uno stollen ma appunto un plumcake!!

    RispondiElimina
  24. @Rossella: eh si e devi sentire l'impasto, ti viene voglia di mangiarlo a ditate senza cuocerlo

    @yrma: grazie dele tue parole che mi fanno molto piacere visto che tu gli Stollen li conosci bene.

    @max: grazie mille

    @elisa: grazie mille, provalo è tipo un panettone

    @ombretta: si di pazienza ce ne vuole molta per non mangiarselo a crudo ahahah, un abbraccio

    @solema: Grazie mille!! mai pensato di metterlo in un plumcake è troppo bello vederlo crescere e allargarsi.

    RispondiElimina
  25. ben ripagata dal tempo che occorre per prepararlo
    deve essere buonissimo!!complimenti!!
    ciaooo

    RispondiElimina
  26. Che bello sofficioso il tuo, sarebbe piaciuto anche a me così :-)

    RispondiElimina
  27. @enza: si alla fin fine ne sono rimasta soddisfattissima

    @stella: grazie, am acneh il tuo non è male. un abbraccio

    RispondiElimina
  28. e' un procedimento lunga ma a vedere il risultato credo che ne valga proprio la pena,brava!!!

    RispondiElimina
  29. CIao!!
    Scusami, mi sono dimenticata di mettere anche il tuo blog nel post per il contest..
    Siccome mi sono impegnata a cercare la ricetta giusta, mi sono persa qualche regola ^_^
    Ti aggiungo subito...grazie per avermelo detto ^_^
    Baciottii
    Fede

    RispondiElimina
  30. ti è venuto benissimo!! è mooolto buono! oggi mangiato l'ultimo pezzetto! altro ke conservarlo x qualche giorno!! baciii belle le ranocchie!

    RispondiElimina
  31. Allora ri-commento.....visto che il primo è sparito....
    Questo dolce so che ti è costato un bel pò di fatica, ma la soddisfazioe nel vederlo penso ti abbia gratificato molto vero? bravissima....
    spero di poter partecipare a gennaio, con più calma ....

    RispondiElimina
  32. Aiuto! per me è troppo difficile ma immagino che favola poi mangiarsere una fetta!

    RispondiElimina
  33. A casa mia è impossibile aspettare 15 giorni per mangiarlo.
    Per miracolo che ho salvato il pezzo per fotografarlo.

    RispondiElimina
  34. Io posso due fette???
    Che buono che dev'essere questo dolce!!
    Abbracciamoci e strafoghiamoci di stollen, ein???

    RispondiElimina
  35. Che buono!
    Ed è anche bello!!!!

    Un bacio
    Lisa

    RispondiElimina
  36. BRAVISSIMA PER LO STOLLEN e.....sarà bello prepararlo?!?
    una grandissimo in bocca al lupo per i tuoi ravioli al salmone con profumo di limone..abbiamo appena letto Scelte di Gusto!!
    Faremo il tifo!
    le 4 apine

    RispondiElimina
  37. Mamma mia che acquolina!! bravissima :) un bacione!
    Laura

    RispondiElimina
  38. @Cinzia: si ne vale proiprio la pena :) un bacione

    @Fede: tranquilla capita spesso anche a me :) un bacione

    @vicky: ahaha effettivaemnte con quel profumino è difficile tenerlo da parte. un bacione

    @artù: si ti ricordi in che orari assurdi andavo ad impastare per starci con gli orari? un bacione

    @Ely: guarda se ce l'ho fatta io e senza nemmeno un'impastatrice allora può farlo chiunque. Baci

    @fr@: a me il tuo è piaciuto molto, una bella forma che esce dalla tradizione

    @mariangela: due fette?? ma te ne do uno intero così ti aggiungi alle sorelle in ciccia (io e carla)

    @lisa: grazie mille

    @4 apine: grazie a tutte e quattro e crepi il lupo!!

    @Laura: grazie, un bacione a te

    RispondiElimina
  39. Ma che bellezza! Io ne voglio una fetta, no, due che è meglio. Sei proprio beava Ste. Comunque mi avete fatto venire il complesso delle scarpette rosse. Io non le ho mai avute. Uffff.. E se me le comprassi per Natale? Ma vanno ancora di moda?
    Scusa se non sono presente nei blog ma ho un problema di connessione! Spero me lo riolvano presto. Ciaoooo

    RispondiElimina
  40. e rimasta una fettina per me?sn in ritardo come sempre!

    RispondiElimina
  41. Non conoscevo questo dolce. Sembra proprio buono! Baci

    RispondiElimina
  42. @meris: si avevo letto di là dei tuoi problemi di connessione, spero che risolvi presto!! Le scarpette rosse vanno sempre di moda! ciaooo

    @Tina: certo che c'è!!! :)

    @monica: lo è e pure tanto!!! baci

    RispondiElimina
  43. Si Stefania ne gradirei proprio una fetta!!!E' bellissimo!Baci e buona serata!

    RispondiElimina
  44. adoro questo dolce!!! MA soprattutto mi piace il fatto che lo facciate insieme!

    RispondiElimina
  45. grazie per le belle parole lasciate nel blog per il stollen senza glutine

    foto veramente belle e che fanno pensare che Natale è ormai veramente alle porte

    buona serata
    vale

    RispondiElimina
  46. miiiiiiiiiiiiiii che buono,io l'ho sempre comprato al lidl,ma ora mi salvo al ricetta e domani se ce la faccio inizio l'opera.vuoi mettere lo stollen fatto da noi con quello comprato?!!!!!???
    baci carissima

    RispondiElimina
  47. Per me che sono un'amante della frutta secca sono fantastici! Che brava che sei stata, io non so se avrei la pazienza!
    a presto:*

    RispondiElimina
  48. Ti è venuto bene,bello presentato con tutti gli oggettini natalizi!

    RispondiElimina
  49. Che bello, io non sono mai riuscita a farlo. Bravissima! Un abbraccio da Roma!

    RispondiElimina
  50. Ti è venuto una meraviglia... brava, brava!!! bello soffice e con il marzapane ... vero che gli dà un gusto particolare..mi piace molto!

    RispondiElimina
  51. @Laura: una fetta in arrivo

    @giulia: è vero fare insieme un qualcosa anche se solo virtualemnte da tanto piacere perchè permette di confrontarti

    @vale: prego, un bacione

    @franca: effettivamente quello comprato è un pò poverello nel gusto e trooooppo zuccheroso

    RispondiElimina
  52. buonissimo lo devo fare ciao se ti va passa da me

    RispondiElimina
  53. @tantocaruccia: lo pensavo anche io ma poi il processo ti prende la mano!!

    @tiziana: il cuore è un ricordo di monaco diBaviera e gli oggettini sono gli ultimi acquisti. un bacio

    @Francesca: grazie e ancora tanti complimenti per Sayaka

    @elena: grazie, si con il marzapane è molto buono, baci

    RispondiElimina
  54. @Elena: passo volentieri da te. un abbraccio

    RispondiElimina
  55. davvero ottima ricetta buona serata

    RispondiElimina
  56. Deve essere una bontà questo dolce!Mi piace con la frutta secca! Ciao

    RispondiElimina
  57. Ma che bravaaaa! Complimenti Stefy ti è venuto benissimo.
    Serena notte carissima.

    RispondiElimina
  58. Accipicchia, difficilotto da preparare, ma tu sei brava e ci sei riuscita alla perfezione, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  59. @Giovanna: grazie mille

    @molly: si è molto buono

    @miranda: grazie, dolce notte

    @silvia: grazie mille, un abbraccio

    RispondiElimina
  60. Bravissima Stefania ti è venuto benissimo, è molto invitante, sarà sicuramente buonissimo e ne mangerei volentieri una bella fetta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  61. wow che bella!!!ne ho sentito parlare ma mai fatto..mi piace!!!buona giornata

    RispondiElimina
  62. Ciao tesoro, buona giornata, un bacione.

    RispondiElimina
  63. Ma Stefy, sono fantastici!! Da un sacco di tempo vorrei prepararlo anch'io ma non mi sono mai decisa, con questa tua ricetta sono ancora più tentata! Anche da me c'è un dolce natalizio per il vostro contest! E che vinca il miglioreee
    Un abbraccione :)

    RispondiElimina
  64. @Laura: grazie mille

    @Tina: buona giornata a te

    @Miranda: buona giornata e un bacione

    @Elisa: uuuh che bello vengo a prendere!!! un abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...