Se ti piace il mio blog clicca qui

venerdì 26 ottobre 2012

Cavolfiore a bujone

©http://nuvoledifarina.blogspot.it Il piatto di oggi è di quelli di una volta, corposo, saziante e dal sapore eccezionale: era uno dei piatti forti di mia nonna Adelaide che lo faceva spessissimo perché era l'unica maniera in cui noi nipoti riuscivamo ad apprezzare il gusto del cavolfiore. Il modo di cottura è tipico della Maremma, dall' Alto Lazio alla Toscana, ed è un modo saporito per gustare carni e verdure, specialmente se povere. Ancora oggi questo rimane uno dei modi in cui mi piace mangiare il cavolfiore, ed anche cucinarlo perché alla fin fine è una preparazione che occupa pochissimo tempo; portare in tavola il cavolfiore poi non può farci che bene infatti è una delle verdure con più basso indice glicemico, ciò ci consente di controllare il metabolismo degli zuccheri e di conseguenza di tenere a bada le varie forme di diabete. E' una verdura molto utile anche perché ricca di tanti principi nutritivi di cui il nostro corpo ha bisogno per esempio c'è molto ferro e molto acido folico; inoltre con il freddo alle porte il cavolfiore contribuisce a darci molta vitamina C che ci fa arrivare forti alle prime infreddature di stagione.
Tornando a questo piatto, come dicevo appartiene alla tradizione povera della cucina contadina, per cui è fatto con pochi e semplici ingredienti di facile reperibilità, ci sazia (cosa utilissima quando si è a dieta), e rende gustosa una verdura che normalmente non è molto appetibile. Non c'è bisogno di lunghi tempi per lessare e quant'altro, si cuoce tutto in una sola pentola.



Per preparare questo piatto io ho usato:

1 cavolfiore bello grande
1 bicchiere di salsa di pomodoro
1 bicchiere di acqua
1/2 bicchiere di vino bianco
3 spicchi di aglio
1 peperoncino (facoltativo)
sale q.b.
olio extravergine di oliva
Dopo aver lavato il cavolfiore e averlo ripulito dalle foglie, separiamo le varie cimette una ad una e teniamole da parte. In una pentola di adeguate dimensioni facciamo riscaldare l'olio extravergine di oliva,  aggiungiamo l'aglio e il peperoncino e lasciamo che l'olio si insaporisca; io li lascio entrambi  per il resto della cottura ma se non vi piacciono possono essere anche tolti. Aggiungiamo a questo punto le cimette del cavolfiore e mescolando di tanto in tanto facciamolo rosolare per 4-5 minuti, bagniamolo ora con il vino bianco e come questo evapora versiamo in pentola la salsa di pomodoro e l'acqua, saliamo, chiudiamo la pentola con un coperchio e lasciamo cuocere finché le cimette non risultano morbide. Se il cavolfiore è freschissimo ci vorranno in tutto 15 minuti altrimenti un po' più di tempo, in questo caso si può aggiungere un po' di acqua se la preparazione dovesse asciugarsi troppo.
Questo piatto è un ottimo contorno, ma è buonissimo anche da spalmare su crostini di pane da servire come antipasto e perchè no? anche come merenda, di sicuro è più genuina di tante cose che si trovano sugli scaffali dei supermercati.




35 commenti:

  1. perfetta questa ricetta complimenti e inserita grazie mille

    RispondiElimina
  2. Semplice semplice ma tanto gustoso. Adoro il cavolfiore e mi piace un sacco cucinato così, con una bella spruzzata di peperoncino :) Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Wow, provero'...finalmente un'alternativa al cavolfiore e besciamella gratinato (l'unico modo in cui i miei commensali mi mangiano questa verdura)..sara' una delizia!!! Volevo invitarti al mio giveway se ti fa piacere, oggi e' l'ultimo giorno http://laborsadimary.blogspot.it/2012/10/giveway-supercalifragilistichespiralido.html

    da quel che vedo hai tante idee supercalifragilistichespiralidose :)
    buona giornata Mary P.

    RispondiElimina
  4. Stefà.. io amo cavoli e cavolfiore.. Lo cucino spesso.. ma sempre in bianco!!! Mai avrei pensato al pomodoro.. ed invece ci voglio provare.. sembra proprio buono! baci :-)

    RispondiElimina
  5. ottimo piatto... buono il vino bianco, lo uso sempre con le crucifere, toglie l'antipatico reflusso dello zolfo =) bacione!!!

    RispondiElimina
  6. Deve essere buonissimo!!!
    Non conosco questa ricetta, ma i cavolfiori sono una delle mie verdure preferite, quindi la provo di sicuro! In bocca al lupo per il contest.
    Baci

    RispondiElimina
  7. ma dai!!!!!!!!!!!!!.........anche io lo faccio così,noi lo chiamiamo, brocculu affucatu, ( cavolfiore affogato) è buonissimo.
    baci

    RispondiElimina
  8. Un piatto economico sano e nutriente. Cosa importante veloce e molto buono, ha quindi tutte le caratteristiche per essere preparato. Grazie tante per la ricetta e tanti auguri per il contest. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. mi piace e copio ! cercavo proprio un alternativa al solito cavolfiore bollito

    RispondiElimina
  10. non lo conoscevo mica questo piatto! ma adoro il cavolfiore quindi direi ch edevo provarlo!

    RispondiElimina
  11. Stefi che buono questo piatto io adoro i cavolfiori.
    Ma è già stagione? Devo fare un giro nell'orto dei miei genitori.

    Baci
    Taty

    RispondiElimina
  12. Ma sai che non ho mai pensato di prepararlo così???? Troppo buono!!!!
    Un bacione grande!!!!

    RispondiElimina
  13. buono, adoro i piatti della tradizione contadina, bacio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Stefania, la mia nonna ci metteva anche il ramerino tutto legato con il filo da cucire x non far andare gli aghi in giro.... che belle ricette cara, suscitano così tanti ricordi! Un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
  15. Io sono decisamente una di quelle che non apprezza il cavolfiore, ma magari come lo faceva la nonna potrebbe piacere anche a me:) un bacione Stefy e a presto:*

    RispondiElimina
  16. Mai mangiati così e mi piace l'idea di poterli fare anche per una cena leggera!

    RispondiElimina
  17. Ciao STEFY che buono questo cavolfiore brava un bacio ISA

    RispondiElimina
  18. Non conoscevo questa ricetta, dev'essere squisito il cavolo preparato a questo modo. Buon pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
  19. semplice e gustoso...cosa volere di piu!
    bravissima!
    baci cara

    RispondiElimina
  20. Brava Stefania ottimo alternativa al mio solito cavolfiore cotto a vapore che non mi soddisfa. Ciao e buona fine settimana.

    RispondiElimina
  21. Inoltre il cavolfiore rallenta il funzionamento della tiroide.. ottimo in caso di ipertiroidismo.. infatti durante l'allattamento ( quando soffrivo della suddetta patologia) mangiavo cavolfiore 3 volte a settimana:) da allora lo mangio spesso e volentieri anche quando ho smesso di allattare e la tiroide si è stabilizzata! ottima preparazione;) bacione:*

    RispondiElimina
  22. ma che bella sta variante di cucinare il cavolfiore.. che sennò faccio puntualmente cotto a vapore e stop! Brava cara..

    RispondiElimina
  23. Buono il cavolfiore, i piatti della tradizione mi piacciono molto.
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  24. Mi piace un sacco il cavolfiore: proverò anche la tua versione.
    Ciao!

    RispondiElimina
  25. Non credo di averlo mai mangiato il cavolfiore cucinato in questo modo. Sembra molto molto appetitoso! :)
    Un bacione Stefy! Buon w.e.!

    RispondiElimina
  26. io con più sugo e senza il vino ci condisco la pasta, rigorosamente corta

    RispondiElimina
  27. non l ho mai provato, ma mi piace molto, lo farò sicuramente

    RispondiElimina
  28. Una bontà divina!! Complimenti cara..

    Kiss

    RispondiElimina
  29. Un modo effettivamente diveso di cucinare il cavolfiore. Ci proverò e grazie per la ricetta. Buona serata.

    RispondiElimina
  30. Ciao Stefania
    Ma sai che io preparo i cavolfiori quasi come questi. Sono in bianco, ossia, metto olio,aglio,peperoncino,lascio rosolate e poi i cavolfiori e copro la pentola e lascio cuocere...aggiungendo qualche gocce d'acqua.
    Adesso voglio provare la tua versione, anzi della tua nonna...
    Dev'essere buonissima. Poi ti faccio sapere.
    Grazie.
    Buon weekend.
    Thais

    RispondiElimina
  31. io adoro il cavolfiore, il cavolo, i broccoli, tutto anche solamente bolliti, però questa mi piace molto, la proverò, a volte lo ripasso in padella con aglio e peperoncino, mi fa impazzire...ciao carissima, baci, oggi ho fatto una cazzata, mi sono ripresa in tempo, ho preparato il post per il 6 e mandato già la foto, vado fuori così sto tranquilla, sole che mentre scrivevo,non come ho sfiorato un tasto e mi è partito il post, l'ho bloccato subito, non so neppure come e poi ho postato subito quella che c'è adesso, mi è venuto il mal di pancia...baci

    RispondiElimina
  32. Ma dai! Anche la mia nonnina si chiamava Adelaide! Incredibile!

    Ps. Non conoscevo questo piatto, il nome é davvero molto simpatico...mi piace!

    RispondiElimina
  33. Stefy !!!!! preparato e pubblicato, grazie ci è piaciuto un sacco

    RispondiElimina
  34. Che ottimo piatto amica mia!!!!corposo e ..dal sapore di una volta!che genuinità!!!Inoltre il cavolo è di stagione quindi..a tutta salute!!!un bacione

    RispondiElimina
  35. E lo sai che le crucifere, a cui appartengono i cavolfiori, i broccoli ecc non dovrebbero mai mancare nella dieta delle donne perché fonte importante per la prevenzione del cancro al seno e all'utero? In realtà anche per gli uomini perché preventive anche per il cancro alla prostata. Quindi ben vengano i tanti modi per cucinarli. Io a dispetto della puzzetta che possono rilasciare li amo tanto. E questo bel piatto che ci hai lasciato oggi lo vedo già su un bel crostino di pane, come ci suggerisci tu!!! Buona domenica!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...